Piattaforma innovativa SaaS basata su tecnologie “knowledge embedded”, per il censimento digitalizzato e la caratterizzazione tecnica dello stato di consistenza degli elementi impiantistici di patrimoni immobiliari, finalizzata alla generazione (semi)automatica di base dati di anagrafica tecnica di manutenzione.

Nell’ambito dei servizi di Facility Management di Arethusa, il rilievo in campo del patrimonio immobiliare (edile e impiantistico) oggetto di manutenzione, ai fini del censimento e della creazione /aggiornamento dell’anagrafica tecnica, costituisce il primo atto dell’acquisizione di un appalto servizi.

Quella del rilievo del patrimonio esistente è una attività che richiede un importante dispendio di risorse (economiche e in termini di competenze esperte), in quanto è necessario rilevare e censire in campo ogni elemento o componente con le proprie caratteristiche tecniche, funzionali e prestazionali, oggetto di interventi di manutenzione, secondo un piano prestabilito dalla Parti (Ente Appaltante e Appaltatore).

Il corretto censimento e approntamento anagrafica tecnica sono determinanti sia ai fini contrattuali (situazione iniziale all’acquisizione/situazione finale al rilascio), sia ai fini di una corretta previsione dei costi di manutenzione annuali, in relazione al riconoscimento di un “canone” (v. Global Service).

La possibilità di “automatizzare” un processo così complesso, in termini di “Knowledge embedded” richiesta per il suo svolgimento operativo, è l’idea concept che porterebbe Arethusa a poter essere maggiormente competitiva in un mercato nazionale del Facility Management che (anche se con ritardo) è proteso verso la digitalizzazione condivisa dei servizi ad alto valore aggiunto.

Pertanto, l’idea base del progetto DIGGERly nasce da un bisogno di innovazione e di competitività che possa essere in grado anche di valorizzare l’esperienza quasi trentennale della società Arethusa.

La finalità del progetto DIGGERly è quindi, quella di consentire alla società ARETHUSA di ampliare il suo spazio di mercato nell’ambito dei servizi di Ingegneria di Manutenzione e, più in generale, di Facility Management, con un prodotto/servizio innovativo S.a.a.S (Software as a Service) che possa, da un lato abbattere i costi del rilievo dei patrimoni immobiliari oggetto di manutenzione, dall’altro puntare sull’acquisizione e la gestione di “nuova conoscenza digitalizzata” sugli stessi patrimoni,  in moda da generare un vantaggio competitivo per ARETHUSA anche nel settore della progettazione parametrica BIM (Building Information Modeling).

Il progetto DIGGERly traguarda due aspetti del ciclo di attività di manutenzione dei patrimoni immobiliari (con particolare riferimento a quello impiantistico): il primo è quello di poter “acquisire e tracciare nel tempo” in maniera digitalizzata, automatica ed economicamente sostenibile, il censimento e lo stato di consistenza degli elementi componenti e la corrispondente anagrafica tecnica (requisito sempre presente a capo dei contratti di manutenzione); il secondo è quello di favorire l’accelerazione dell’utilizzo delle tecnologie BIM nell’ambito della progettazione, esecuzione, gestione, upgrading e manutenzione delle opere di edilizia e di impiantistica civile e industriale, come indicato nel nuovo codice degli appalti pubblici (D.L. 18 aprile 2016, n. 50).

La piena conoscenza delle caratteristiche tecniche e funzionali di ciascuno degli elementi del patrimonio, ha un enorme importanza sia rispetto al costo complessivo del servizio manutentivo, sia al livello contrattuale, con particolare riferimento alla fase conclusiva quando bisognerà consegnare gli impianti in uno stato funzionale e prestazionale non inferiore a quello della consegna iniziale. 

In generale, soluzioni e sistemi automatizzati per il riconoscimento immagini (oggetti di manutenzione) e di acquisizione dei dati tecnici di anagrafica, possono migliorare significativamente l’efficienza e la produttività nell’ambito dell’architettura, dell’ingegneria, della costruzione e della manutenzione delle strutture e degli impianti (AEC/FM – Architecture Engineering Construction/Facility Management).

Il rilievo automatico di informazioni spazio-temporali in un ambiente non strutturato come un cantiere o un luogo di lavoro, rimane però un compito impegnativo e che richiede importanti “effort” in termini di tempo e investimento.

Il progetto DIGGERly si pone come un nuovo approccio all’acquisizione e al trattamento automatizzati delle immagini e dei dati, in grado di trasformare le immagini di un filmato di un rilievo impiantistico, nel censimento di componenti oggetto di anagrafica tecnica. Si tratta dell’ideazione e della realizzazione di un prototipo di piattaforma informatica innovativa in grado di digitalizzare e velocizzare i processi di rilievo e di censimento di patrimoni impiantistici (in ambito civile e industriale), nonché in grado di definire e caratterizzare l’anagrafica tecnica degli stessi ai fini manutentivi.

Per ottenere i risultati auspicati da DIGGERly la società ARETHUSA ha dovuto investire in attività di ricerca industriale (RI) per l’acquisizione della conoscenza sull’utilizzo di tecnologie innovative della Computer Vision e dell’Intelligenza Artificiale, in grado di automatizzare i processi di riconoscimento di oggetti da immagini e di caratterizzazione tecnica degli stessi, nonché per creazione di una Base di Conoscenza (Knowledge Base) sulla caratterizzazione degli “elementi” che compongono i patrimoni impiantistici, suddivisi e strutturati per “ambiti” di interesse (ospedali, scuole, edifici pubblici, ecc.).